DELLA SERIE…ROMA DOMA!

20 settembre 2016

A qualcuno sembrava tutto facile.
Per annientare il malaffare e ridare a Roma un’amministrazione efficiente e finalmente adamantina bastava essere duri.
Puri.
Decisi.
Invece….
Virginia Raggi fatica…catena di dimissioni…opposizioni dure e forti….
Ma perché?
Facile capirlo.
A Roma il malaffare non solo è radicato, ma è anche multiforme, anzi proteiforme…
Decenni, anzi secoli di incrostazioni non si tolgono facilmente.
Tra la corruzione vera e propria e la correttezza assoluta ci sta tutta una serie di gradi intermedi, favoritismi, piccoli e grandi privilegi, piccoli e grandi nepotismi, lentezze burocratiche, mafiette varie.
Tutte cose alle quali ormai, diciamo la verità, ci siamo un po’ abituati, anzi rassegnati.
E magari, molto spesso, diciamola tutta, la colpa non è solo di chi ha in mano il cosiddetto ‘potere’: chi cerca di ottenere dall’amico o dal parente l’annullamento di una sacrosanta multa per divieto di sosta, chi spera, tramite il solito ‘santo’ (o santino) in Paradiso, di fare le analisi del sangue senza dover aspettare mesi e mesi, chi cerca la solita raccomandazione per ottenere una casa ‘popolare’….la lista è infinita.
Insomma, Cara Neosindaca Pentastellata, la faccenda è seria.
In ogni caso..tanti auguri!
Se veramente vuole governare bene questa Città Eterna in cui anche le incrostazioni sono eterne…ed è disposta ad andare fino in fondo contro speculatori, truffatori, corrotti e corruttori, profittatori grandi e piccoli, senza tentennamenti e senza riguardi per nessuno.

Ma proprio nessuno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *