ABATE LUIGI

FONTANA E STATUA DEL “BABBUINO”

NUOVA STAZIONE TIBURTINA

PORTA ASINARIA

ORTO BOTANICO

View this post on Instagram

ORTO BOTANICO Largo Cristina di Svezia. Si trova alle pendici del Gianicolo, nel parco di Villa Corsini, che nel Seicento fu la residenza di Cristina di Svezia. L'attuale collocazione risale al 1883, anno in cui lo Stato ha acquisito la proprietà della Villa. L'Acqua Paola, che alimenta il famoso Fontanone del Gianicolo, garantisce il rifornimento idrico per l'irrigazione, le fontane e i ruscelletti. "L'orto botanico di Roma fa parte integrante del Dipartimento di Biologia Vegetale dell'Università di Roma "La Sapienza". Con i suoi dodici ettari di parco e circa 2.000 metri quadrati di serre è uno dei maggiori d'Italia. Le sue collezioni rivestono particolare interesse non solo per importanza scientifica ma anche, e soprattutto, per modalità di coltivazione e ricostruzione scenografica degli ambienti, che aiutano il visitatore nella difficile opera di collocazione immaginaria della specie nelle aree di origine. L'Orto Botanico è inoltre una tra le strutture di questo genere attrezzata per i disabili: è stato infatti sistemato un sentiero e sono a disposizione due mezzi mobili a batterie che permettono di usufruire anche dei percorsi in collina. Tra le altre cose è stato organizzato un "giardino dei profumi" per i non vedenti: la classificazione delle piante da cui essi provengono è stata riportata anche in braille." http://mobile.060608.it/it/cultura-e-svago/verde/giardini-ville-e-parchi-urbani/orto-botanico.html Foto di Pietro Massolo https://m.facebook.com/massolopediavisite/?ref=bookmarks http://massolopedia.it http://massolopedia.it/roma/ http://massolopedia.it/chiese-di-roma-2/ https://massolopedia.art.blog

A post shared by Massolopedia Roma (@romamassolopedia) on

VILLINO BONCOMPAGNI LUDOVISI

TORRE DEI CAPOCCI

FONTANA DELE TARTARUGHE

AREA SACRA DI LARGO DI TORRE ARGENTINA

TERME DI CARACALLA

View this post on Instagram

TERME DI CARACALLA "THERMAE ANTONINIANAE" Furono costruite nella parte meridionale di Roma, in un'area adiacente al percorso urbano della Via Appia, dall'imperatore Marco Aurelio Antonino Bassiano, detto Caracalla, figlio di Settimio Severo, fra il 212 e il 216 d.C. Le terme, che potevano accogliere più di 1.500 persone, furono più volte restaurate nel corso dei secoli. Funzionarono fino all'assedio di Roma del 537 d.C. da parte del capo dei Goti, Vitige, che tagliò gli acquedotti per togliere l'acqua alla città. Negli scavi effettuati a partire dal XVI secolo, furono scoperte nell'area importantissime opere d’arte, tra le quali le tre famose sculture dette "farnesiane" (il Toro, la Flora e l’Ercole) che ora si trovano nel Museo Nazionale di Napoli, e le due grandi vasche di granito visibili in piazza Farnese a Roma. La pianta del complesso è rettangolare. Il blocco centrale, quello destinato propriamente alle Terme, è disposto su un asse sud-oveat – nord-est, lungo il quale si aprono il calidarium, il tepidarium, il frigidarium e la natatio.  Ai lati del blocco centrale si trovavano le palestre e gli spogliatoi. Nel recinto che circonda il complesso erano presenti a sud le cisterne, le due biblioteche simmetriche e uno stadio; ad ovest e ad est due immense esedre; a nord stavano gli accessi principali e le tabernae inserite nel perimetro. Quindi le Terme non erano soltanto "bagni pubblici": svolgevano anche il ruolo di luogo di ritrovo, di svago, di cura del corpo e di formazione culturale. Della serie: mens sana in corpore sano. Foto di Pietro Massolo https://m.facebook.com/massolopediavisite/?ref=bookmarks http://massolopedia.it http://massolopedia.it/roma/ http://massolopedia.it/chiese-di-roma-2/ https://massolopedia.art.blog

A post shared by Massolopedia Roma (@romamassolopedia) on