ATTUALITÀ

TRUMP E NETANYAHU: LA STORIA FA UN PASSO INDIETRO?
Trump ha detto apertamente, durante l’incontro con il premier israeliano Netanyahu, che l’esistenza di due stati, uno palestinese e l’altro ebraico, non è più da considerare come necessaria.
Dopo anni di enormi fatiche, che avevano portato alla costituzione di uno stato palestinese vero e proprio, sia pure non ancora perfettamente ‘organizzato’, riconosciuto da moltissimi stati (non da Israele, ovviamente, che occupa ancora militarmente parte del suo territorio), arriva Trump che con sicumera da tipico tycoon dice al mondo che in pratica è tutto da rifare!
Su quali basi, oggi, si può mettere in discussione l’esistenza di due stati?
Parliamoci chiaro: dal punto di vista di Netanyahu, la trovata di Trump può significare, di fatto, un sos...
Read More

ATTUALITÀ

GEOPOLITICA – I GRAVI RISCHI IMPLICITI NELLA POLITICA DI TRUMP
Non ci sono dubbi: Donald Trump incontra forti opposizioni, sia all’interno che all’esterno.
Il che mi sembra naturale.
La decisione di impedire l’entrata negli USA di cittadini provenienti da ben 7 paesi islamici, giustificata dal pericolo terrorismo, rischia di produrre conseguenze gravi, profonde e durature.
Il mondo islamico nel suo insieme è attraversato da una crisi molto evidente, i cui esiti sono difficili da prevedere.
Il fondamentalismo antioccidentale ed anticristiano è estremamente diffuso.
In questa situazione, il neopresidente americano getta benzina sul fuoco.
Particolarmente pericoloso mi sembra il peggioramento dei rapporti con l’Iran...
Read More

ATTUALITÀ

IL DISCORSO D’INSEDIAMENTO DI DONALD TRUMP
Il discorso di Trump mi è sembrato perfettamente in linea con le caratteristiche di fondo del personaggio.
Demagogia, populismo, patriottismo, protezionismo e molta retorica.
Non ha detto “Dio è con noi” (forse perché sa quanti disastri ha generato nella storia dell’umanità questa frase), ma poco ci manca.
L’America deve preoccuparsi innanzitutto degli Americani. Nello stesso tempo, però, l’America può risolvere i più gravi problemi del mondo, fra cui in particolare la fame ed il terrorismo. Forse non si è reso conto della contraddizione evidente. Spesso la retorica cozza con la logica.
Da questo momento, dice Trump, il Popolo si riprende il suo potere.
Non si tratta di un normale avvicendamento: il neopresidente parla apertamente di una ...
Read More

ATTUALITÀ

IL MICIDIALE CARRELLO-KILLER 
Forse non ci avete mai pensato, ma vi posso assicurare che, parafrasando Marx ed Engels, un potenziale assassino si aggira in metropolitana…e non solo lì….
Si tratta del carrello, detto anche ‘trolley’ o ‘carrello da viaggio’.
Se alla Stazione Termini dovete passare dalla linea a alla b o viceversa, sappiate che qualcuno, prima o poi, metterà seriamente in pericolo la vostra incolumità.
Qualcuno che si muove in modo sbadato e maldestro, diciamo così, con il carrello appresso. Per fortuna non tutti i portatori di carrello sono disturbati. La categoria non mi consideri un nemico. Però rimane il fatto che chi porta il carrello in mezzo alla folla che si muove velocemente è comunque un pericolo.
Il ‘carrellista’ disturbato non ha coscienza di vivere in un m...
Read More

ATTUALITÀ

DOPO IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA…RIFLESSIONI  DI FINE ANNO
Che cosa ha detto veramente il nostro Presidente?
Lo avete capito?
Secondo me, il succo politico è chiaro: il Paese ha bisogno di un governo e di una nuova legge elettorale coerente.
24 anni dopo la cosiddetta fine della cosiddetta Prima Repubblica, ancora discutono di legge elettorale.
Boh! Misteri italiani.
Quindi niente elezioni.
In pratica, la stasi totale. Questa è l’essenza politica profonda del messaggio di Mattarella.
Gentiloni lo ha più volte già detto che il suo non è un governo ‘a termine’ e che intende portare avanti l’opera intrapresa da Renzi.
Ma Renzi non ha perso il referendum?
Questo non significa niente?
Siamo di fronte ad un patto chiaro e ferreo tra Mattarella e Gentiloni.
Facciamo un repl...
Read More

ATTUALITÀ

OBAMA, PUTIN, TRUMP: IL TRIANGOLO NO….
Obama espelle 35 diplomatici russi al termine del suo mandato.
La Gran Bretagna aveva fatto di più, ma era il 1971: c’era la guerra fredda e la Russia si chiamava Unione Sovietica.
Vediamo di capire il significato politico della mossa di Obama, decisa proprio mentre in Siria si tenta di attuare una difficile tregua con il supporto decisivo di Putin.
La posta in gioco è molto alta.
Obama vuole chiaramente indebolire sia la posizione di Trump all’interno, sia il rapporto privilegiato del neopresidente con Putin.
Ascoltiamo l’opinione di due autorevoli giornalisti: Garimberti e Rampini.
Read More

ATTUALITÀ

GEOPOLITICA….SPICCIOLA.
Il misterioso caso dell’aereo russo precipitato mi spinge a tentare di fare un’analisi geopolitica molto semplificata.
Con buona pace dei Professori di Geopolitica.
Diciamo come la si farebbe….al bar, chiacchierando fra amici.
Nel mondo esistono di fatto solo due dicasi due superpotenze: USA e Russia. Più o meno la situazione è la stessa di prima del crollo del Muro di Berlino nel 1989.
Gli interessi delle due superpotenze sono NATURALMENTE in contrasto, esattamente come nel periodo della Guerra Fredda, della serie: non tenere due galli nel pollaio.
Nel grande, rumoroso, affollato e caotico pollaio del Mondo, rispetto a prima del 1989, qualcosa però è cambiato.
Prima l’Europa centro-orientale stava sotto l’Urss, il Grande Gallo comunista, che esiste ancora, anch...
Read More

ATTUALITÀ

BASTA CON LE LITURGIE FUNEBRI NEI TELEGIORNALI!
Da qualche tempo ho notato l’aggravamento di un fenomeno non solo molto fastidioso, ma anche, direi, inquietante.
Ormai circa un terzo dei telegiornali, mediamente, è dedicato alle liturgie funebri.
Che si tratti di vittime del terrorismo o di un ennesimo terremoto, la solerzia ‘giornalistica’ non cambia e non si ferma.
I ‘servizi’ (funebri, direi!) mandati in onda sono quasi sempre gli stessi.
Il copione si ripete: rievocazione-esaltazione delle vittime (tipica la frase di qualche conoscente pescato per caso: ‘io lo/la conoscevo, era una bravissima persona’), interviste ai familiari (meglio se in lacrime per aumentare l’audience), la scena dell’arrivo del feretro in aereo o in elicottero, riprese strazianti in chiesa durante il funerale, us...

Read More

ATTUALITÀ

MORTE A BERLINO
L’attentato terroristico di ieri a Berlino mi spinge a fare alcune considerazioni di carattere generale, in attesa dei risultati precisi delle indagini.
In primis, noto che risulta umanamente impossibile prevenire attentati di questo genere.
Nessun sistema di sicurezza, nessuna organizzazione di ‘intelligence’, per quanto efficiente, può impedire ad un pazzo fanatico di sparare tra la folla o di lanciarsi con un camion contro la gente.
Queste stragi quindi possono avvenire in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo frequentato da gruppi di persone: teatri, cinema, stadi, mercati, chiese, piazze eccetera. Assolutamente impossibile evitarle.
Che cosa si può fare? Non lo so...
Read More

ATTUALITÀ

I VANDALI SPADRONEGGIANO A ROMA
Alcuni giorni fa alcuni ‘esseri’ hanno danneggiato l’elefantino di Piazza della Minerva.
Che ci siano in giro ‘esseri’ del genere lo abbiamo sempre saputo.
Il problema è un altro.
Il problema è politico.
Poco tempo fa era toccato alla barcaccia.
Che cosa è cambiato da allora?
Niente. Evidentemente niente.
Che cosa  fa la  Neo-Sindaca per difendere il nostro patrimonio  culturale?
E i Vigili Urbani cosa  fanno?
E le Forze dell’Ordine cosa  fanno?
E il Prefetto cosa  fa?
A chi tocca la difesa dei monumenti?
A nessuno, a quanto pare….
Però le tasse le  paghiamo…..
Basta con questa vergogna!
BIsogna reagire.
Dobbiamo  fare qualcosa se le Istituzioni sono assenti.
Dobbiamo creare comitati di quartiere autonomi per difendere  la Storia e la  Bellezza d...
Read More